Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

Giovedì 9 marzo

Si interrompe la striscia vincente di coach Monica proprio nel momento che la matematica ci rassicura sulla salvezza certa (non avevo comunque dubbi in proposito). 40 punti in classifica con un distacco incolmabile da chi lotta ancora per non retrocedere.

Si interrompe in un brutto modo, giocando male e mancando l’obiettivo di non lasciare che nessuna squadra, possa vantarsi di averci battuto sia all’andata che al ritorno.

Oltretutto le avversarie ci hanno sconfitto usando una sola arma: la continuità.

Una sola banda potente che ha fatto il suo senza stupire, una sola centrale che ha sfruttato le poche occasioni datele, alcune buone battute e una discreta difesa/ricezione. Tutto ciò però dalla prima all’ultima palla, con una sola pausa all’inizio del terzo set, prontamente trasformato dall’allenatore avversario in un allenamento per le riserve con l’ingresso di 5 giocatrici sulle deconcentrate titolari.

Le nostre hanno ricevuto male (qualche ace subito ma soprattutto decine e decine di ricezioni fuori dalla zona dei 3 metri), ricostruito con la stessa imprecisione e conseguentemente attaccato pochissimo nelle condizioni ideali.

Poi, sconfortate dal pessimo gioco, hanno anche fallito molte di quelle poche occasioni in cui le alzate erano decenti.

Insomma una partita da dimenticare… No, l’allenatrice non vuole saperne di dimenticare; ha visto che sono riemersi alcuni problemi di individualismo che pesano sul gruppo e che il lavoro per colmare alcune lacune dei meccanismi difensivi sarà maggiore di quello previsto.

Lunedì all’allenamento giù la testa e sotto con l’impegno.

MB

X