Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

Senago, 22 Giugno 2019

Finali PGS Primaverile Cat.Libera

PGS Senago Over vs UGAM Monza 3-1

E diciamolo subito… ABBIAMO VINTOOOOOO!!!!

Siamo finalmente CAMPIONESSE PROVINCIALI!!!

Dopo una rincorsa decennale, passata per infiniti quarti posti ed un secondo piazzamento l’anno scorso, stavolta ce l’abbiamo fatta: abbiamo finalmente vinto una finale, LA FINALE!!! Ed è così che per una volta, le lacrime a fine partita sono state quelle di gioia e non più quelle del “bhe potevamo anche farcela”.

E anche se facciamo ancora fatica a crederci, a realizzare che è vero, sappiamo che è così…e sapete perché?!? Perché se fossimo arrivate ancora seconde, stamattina avremmo i coxxxxni girati…e così stavolta non è!!!

Insomma, come avevamo detto a inizio anno e riconfermato dopo l’ottimo risultato nell’invernale: “o vinciamo quest’anno o non vinciamo mai più“. Perché lo sapevamo che quest’anno eravamo forti, avevamo cambi per tutte le esigenze, ed una voglia di vincere che montava da anni!!! Abbiamo ricevuto un duro colpo a gennaio con l’infortunio della Roby, alzatrice e capitano, ma la società ci ha prestato Greta, Beatrice e Matilde per non smettere di giocarcela alla pari con le altre.

E così siamo arrivate a ieri, con tanta tensione nelle spalle e troppa paura nella testa per iniziare a giocare come sappiamo fare, spaventate da un riscaldamento in cui il Monza ha mostrato il meglio di sè con attacchi dal centro che sembravano incontenibili. Il primo set è stato quello dell’angoscia: non si è visto nulla di speciale né da una parte né dall’altra, ma il Monza ha saputo trascinarsi sino a fine set sempre con qualche punto di vantaggio e ha vinto il primo parziale.

Ma è nel secondo set che il Senago, grazie al suggerimento esperto di Mauro, si è ricordato che la propria forza sta nello spirito, nello scherzo, nel ridere di sè e di tutto, bisogna sparare qualche cagata ci siamo dette…e far calare la tensione ha sbloccato tutta la squadra: 25-14 per noi.

Il terzo set è partito male: 7-1 per il Monza, ma tutto è girato intorno a Giorgia; risvegliatasi dal letargo durante cui aveva regalato 4 punti alle avversarie, ha trascinato la squadra al sorpasso per 14-9. Duro colpo da assorbire psicologicamente per il Monza, tanto che proprio lì inizia la passerella del Senago. Chiuso 25-19 il terzo set, non resta che goderci il finale di partita: cambiamo mezza squadra ma il risultato è sempre il medesimo:  25-15 per noi e vittoria 3-1. Scatta la festa, i girotondi, le lacrime, gli abbracci e partono i cori… “non ci alleniamo, non ci alleniamo!” ma soprattutto “vogliamo lo spritz! Vogliamo lo spritz!!!!”.

Il limite delle nostre avversarie (o la nostra bravura) è stato non saper essere precise in ricezione/difesa per costruire il gioco al centro, cosicché un’arma micidiale si è spenta nelle loro mani. Noi abbiamo avuto il merito opposto: sempre presente Paola in seconda linea come libero, abbiamo saputo esaltare il gioco della Baby al centro, MVP del match a furor di popolo. Ma davvero abbiamo giocato bene, abbiamo espresso la nostra pallavolo, dentro e soprattutto fuori da quel quadrato 9×9.

Ed è così che un sabato pomeriggio di giugno diventa uno di quei momenti che restano nel cuore. Momenti condivisi con persone che conosci a volte da anni, altre da pochi mesi, ma che comunque con te hanno fatto un percorso, che con te hanno combattuto per la vittoria, che hanno salvato la tua palla o tu hai salvato la loro. Questa è una Squadra. Una Squadra di cui siamo orgogliose in ogni istante di fare parte. Anche quando siamo pessime. Perché siamo NOI, nel bene e nel male. Le stesse che nel time out parlano di qualsiasi cosa, di peli superflui, dei Village People, che ridono come matte per delle cavolate. Ma anche quelle che rendono le cose della vita a volte un po’ meno dure, perché c’è sempre qualcuno pronto ad ascoltarti in uno spogliatoio di una palestra sperduta in Brianza o davanti a una bella birra all’una di notte.

Perché se due ragazzine di 15 anni che hanno giocato UNA partita con noi mesi fa, rinunciano ad un sabato pomeriggio d’estate in piscina per venire a vedere LA NOSTRA FINALE, per fare le foto con noi dopo la vittoria, allora qualcosa di speciale in questa Squadra davvero c’è. E  sta in un fondamentale che non si chiama battuta, difesa o attacco, ma si può chiamare quasi Famiglia.

Ci vediamo l’anno prossimo sui soliti campi sorelle…anzi no, facciamoci un bel beach volley lunedì va!!!

Vale & Flo, 6-9

X