Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

MEMIT  PGS  SENAGO  –  PAVIC ROMAGNANO  2-3 (21-25/21-25/25-19/ 25-20/15-17)

MEMIT PGS SENAGO: Pantarotto  2 ; Turconi (k)  4 ; Safronova 26 ; Piccoli 11 ; Bottan 13 ; Colombo S.  14 ;Meccariello  5 ; Colombo A. ; Cucci 1 ; Della Canonica (L1) . NE: Vizzarri ; Zanette (L2)

Partita dai due volti quella che si è giocata sabato al palazzetto di Via Di Vittorio tra la prima squadra di Senago e il Pavic Romagnano Sesia.

Una prima parte di gara ha premiato la squadra piemontese che si è portata sul punteggio di due set a zero in poco meno di un’ora di gioco. Dal terzo set in poi è una vera battaglia: Senago reagisce con carattere, si porta sul 2-2 ma cade nel  tie break e consegna il set al Pavic che strappa due punti preziosi quasi insperati per quello che si è visto nel finale di gara.

Le senaghesi, con 2 falli sul 15 pari, dimostrano di non avere ancora il killer instinct necessario per premiare la gran mole di gioco che le ha permesso di recuperare una partita iniziata malino dal punto di vista del punteggio. Coach Salari aveva chiesto una squadra operaia, che con pazienza e costanza raccogliesse punti su punti, dimenticasse le buone prestazioni fin qui disputate e ripartisse ogni volta da zero, ben conscio che in questo difficile campionato nessuno regala niente. Nella prima parte di gara capitan Turconi e compagne non sono riuscite completamente a mettere in pratica quanto richiesto contro un Romagnano che si è dimostrata un’ottima squadra, organizzata in difesa e attrezzata in attacco. Poca lucidità e attenzione un po’ in tutti i reparti delle padrone di casa hanno permesso alle ospiti di incanalare la gara a proprio favore, illudendole che sarebbe stato agevole chiudere la pratica. Ma Senago è un diesel e senza abbattersi, poco alla volta acquisisce sempre più fiducia e sfiora la rimonta completa per un niente.

La partita: Coach Salari schiera nel primo set Pantarotto in regia con capitan Turconi in opposto, Safronova e Piccoli in banda, Bottan e Colombo S. al centro con Della Canonica libero. Il set inizia e prosegue in equilibrio, Senago si trova in vantaggio al primo time out tecnico (8-6), mentre Romagnano , sfruttando i diversi falli delle padrone di casa, gira al secondo TOT in vantaggio  16-13. Le padrone di casa regalano molto alle ospiti che vanno a chiudere il set  25-21. Un primo set non proprio positivo per le biancoazzurre, che con un pizzico di determinazione in più avrebbero potuto fare ben altro. Stessa formazione di partenza nel secondo set . L’inizio di Safronova e compagne è impressionante con parziali importanti (6-0; 8-1; 15-6). Sembra tutto facile e set acquisito facilmente ma: black-out. Inaspettatamente Romagnano assiste ad uno sbandamento totale delle avversarie padrone di casa e ne approfitta, rimonta punto su punto e si aggiudica il set per 25-21. Il pubblico è incredulo ma Coach Salari dispensa calma e ricorda che si riparte da 0-0. Nel terzo set Meccariello da’ il cambio a Turconi alle prese con problemi fisici, Senago non ci sta a perdere in questa maniera davanti al pubblico di casa e trascinato da un attacco in cui spicca Safronova (top score della partita con 26 punti) si aggiudica il set per 25-19. Stesso copione nel quarto set : le biancoazzurre ci credono , Romagnano comincia a far fatica fisicamente e il set fila via liscio fino alla chiusura per 25-20 per Senago. Siamo al quinto, le padrone di casa sanno di avere un’occasione importante da sfruttare. La gara è ‘tirata’, con scambi lunghissimi che portano le senaghesi sul punteggio di 14-12. Due match ball a disposizione dopo un’infinita rimonta. Ma, come sabato scorso, la palla ora scotta, Senago regala set e i due punti a Romagnano: 15-17 e tutti a casa. A riguardare gli scout della partita ( ma questo avviene da diverse settimane), ci si accorge di avere dei numeri da analizzare più che positivi se confrontati con quelli delle avversarie: punti realizzati più numerosi, percentuali di attacco e ricezione superiori. Bisogna lavorare e molto su tutto ciò che gli scout non rilevano: l’attenzione e l’applicazione per evitare le numerose invasioni che ci accompagnano costantemente, la gestione delle palle ‘brutte’, la concentrazione nell’eseguire perfettamente i fondamentali in ogni situazione, il coraggio di rischiare e lo spirito di non arrendersi mai.

Il prossimo impegno per le ragazze di Coach Salari sarà di nuovo tra le mura di casa. Affronteranno le giovani della Yamamay di Busto Arsizio, che le tallonano in classifica ad un punto e sognano il sorpasso e l’uscita dalla zona rossa. Sarà una gara molto importante per Senago: vincere significherebbe tenere a distanza la quarta squadra che in questo momento retrocederebbe e tentare di riagguantare il Lilliput che le precede di  due punti.

AP

Foto di Gianca R.

X