Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

Questa settimana scambio 4 chiacchiere con Giulia Arioli nuova giocatrice alla corte di coach Galimberti nel ruolo di opposto. La trasferta vincente di Piacenza l’ha vista spettatrice, a causa della convalescenza di un piccolo intervento, perciò le chiedo:

Allora come hai visto la tua squadra dagli spalti? 

Abbiamo fatto tutto quello per cui ci siamo preparate in settimana, concentrate e attente con un solo sbandamento che ci è costato il terzo set . La buona prestazione corale ha assorbito l’innesto delle giovani che hanno ben figurato, anche loro hanno seguito tutte le indicazioni date dall’allenatore.” Mi piace che dica “abbiamo”, anche se non ha potuto mettere piede in campo.

E’ stata una settimana difficile visto l’abbandono del gruppo di Stefania Okaka, cosa ne pensi?

In questi 2 mesi le cose non sono andate lisce come speravo e la tensione presente in palestra era un freno per il lavoro del gruppo. Era necessario tirar fuori al più presto i problemi latenti, speriamo che adesso le cose vadano meglio.”

Tu, come molte delle nuove atlete che componete la squadra di quest’anno, venite da numerose esperienze in molte squadre diverse, cosa ne pensi della PGS?

Si vede che la società è poco abituata alla logica con cui si gestisce il livello “nazionale”, sapevo che il progetto era di 3 anni e che questo è solo il primo, però sento il bisogno di una maggior presenza dei dirigenti, di fronte ai problemi preferisco una guida più risoluta che non l’autonomia avuta fin ora.” Una buona critica di cui fare tesoro.

Come vedi la  prossima gara?

Credo che sia possibile fare degli aggiustamenti per migliorare, già durante questa settimana, sabato faremo una bella partita.”

 Io do molta importanza all’atteggiamento che hanno le singole atlete durante la partita, nel momento che vanno un battuta. Mi piacerebbe   che da quella posizione esprimessero il massimo, così poi diventa tutto più facile. Giulia mi stoppa subito e mi dice:

” Non aspettarti che io faccia una fila di aces, perché purtroppo non è la mia specialità, ma vedrai che farò valere le mie qualità nelle altre fasi di gioco, in particolare a muro, dalla banda non si passa!”

Le ragazze del Sanda sono avvisate…

Grazie Giulia

MB

X