Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

 Gressoney 20-21-22 Aprile

Arriva il giorno tanto atteso dalle nostre ragazze, Sabato 20 Aprile ore 6,45 partenza per Gressoney, stranamente le ragazze sono tutte sveglie e pimpanti , sosta in Autogrill per colazione tutti insieme, ore 9,30 arrivo all’Hotel Belvedere che ospita atlete e staff tecnico, toccherà ai nostri Coach, Enrico e Andrea, gestire il gruppo per tutta la durata del torneo, noi genitori ripartiamo per prendere possesso delle camere e gustarci paesaggi e prelibatezze della Valle D’ Aosta.

Il programma dei tre giorni è molto fitto ma organizzato in modo impeccabile, sia per l’organizzazione delle gare che per il tempo libero, siamo nel girone verde con Città di Opera, SNP Gussola (Cremona), Arcobaleno (Venegono),ore 14,30 debutto contro il Gussola, mentre i Coach e le atlete incominciano il riscaldamento, noi genitori abbiamo ancora le gambe sotto il tavolo, tutti ansiosi di vedere la gara di debutto. La prima gara ci vede sconfitti per 2 -1 al Tie Break , giochiamo una buona pallavolo, i nostri avversari non sono da meno, si capisce subito che il livello del torneo è medio alto,  perdiamo il primo set  25-22, nel secondo ci imponiamo 25-16 nel Tie Break crolliamo, 15-6,  un po’ di delusione, ma tra qualche ora abbiamo la possibilità di rifarci, ci troviamo di fronte Arcobaleno, scendiamo in campo motivati, teniamo bene il campo, le nostre avversarie hanno ottime individualità, a metà del primo set cala la sera, si susseguono errori nelle due fasi, i nostri avversari prendo vantaggio di 3/4 punti che non riusciamo a colmare, il secondo set è la fotocopia del primo, sconfitta meritata per 2-0, Coach Enrico e Andrea tengono le ragazze a rapporto per quasi 1 ora, poi atlete e Coach prendono la via di casa, mentre noi genitori rientriamo in Hotel per la cena. 

Dall’Hotel delle atlete arrivano foto di visi sorridenti, stanno bene insieme, i Coach fanno visite ispettive nelle camere e trovano ogni ben di DIO, caramelle, patatine, ragazze che mangiano chiuse nell’armadio, clima sereno e di festa, come è giusto che sia, poi tutti a letto, l’indomani abbiamo una gara alle 9,45 contro Città di Opera.

Contrariamente a quello che tutti pensavano, vista la serata di festa, troviamo una squadra sveglia e reattiva, primo set senza storia, giochiamo bene e mettiamo sotto i nostri avversari e lo vinciamo meritatamente , parte il secondo e sembra tutto facile, prendiamo il largo e ci portiamo sul 18 a 12 , ma anche oggi cala la notte, i nostri avversari prendono coraggio e punto dopo punto ci raggiungono e vincono il set 25-22, anche oggi il Tie Break ci è fatale, siamo tutti increduli, non riusciamo a dare una spiegazione a questi Black Out, possiamo solo dire che con squadre di medio livello non puoi regalare nulla, altra ramanzina dei Coach poi tutti a bere aperitivo per stemperare la delusione, arriva il programma delle semi-finali dal quinto all’ottavo posto, ci tocca il Billa nel pomeriggio.

Tutto pronto, tifosi sempre presenti a sostenere la squadra, si parte, giochiamo bene e vinciamo il primo set 25-21, indovinate un po’, stesso copione delle gare precedenti, perso il secondo 25-22 e Tie Breack 15-10, questo fa pensare che la tenuta mentale è inferiore a quella dei nostri avversari e questo non ci permette di essere continui ed esprimere al meglio le nostre qualità, ci tocca la finale 7/8 posto contro lo CSI Chatillon che ha chiuso la fase a gironi a 0 punti, squadra giovane, con 4/5 atlete sopra il 170 cm, ma ancora indietro nei fondamentali, ma riusciamo a complicare anche questa gara, prima set 25-8, secondo set avanti di 8 punti , raggiunti sul 18-.18, per fortuna i limiti dei nostri avversari ci permettono di chiudere 25-18.

Finite tutte le gare è il momento delle premiazioni, riceviamo due premi per atleta più “anziana” MARTA e la tifosa più “giovane” la bellissima e dolce NICOLE, che a 5 mesi ha assistito a tutte le gare senza mai dare segni di cedimento.

Escludendo le prime due classificate , Accademy (BG) e Olginate, che a livello di collettivo ed individualità erano sicuramente più avanti di noi, il resto delle squadre erano alla nostra portata, unica differenza la continuità nel gioco e la mentalità.

A fine gara ho assistito ad un confronto tra  i nostri Coach e le persone dello staff tecnico di altre squadre , tutti erano concordi sul fatto che noi abbiamo le base tecniche per proseguire nell’obbiettivo societario, la crescita individuale delle nostre ragazze, questo vuol dire che stiamo andando nella direzione giusta, vero è, che per noi tifosi è difficile capire e vedere in prospettiva, in quel momento eravamo convinti di poter fare sicuramente meglio, ma i nostri obbiettivi sono differenti da quelli delle nostre avversarie, tutti noi dobbiamo continuare a credere nel progetto della PGS SENAGO, sono certo che anche i risultati arriveranno.

Il bilancio di queste tre giorni è sicuramente positivo, le nostre ragazze hanno sicuramente capito che l’asticella si alza sempre di più, devono diventare atlete per affrontare al meglio le sfide che verranno, hanno condiviso e rafforzato il rapporto con le compagne e i Coach vivendo momenti di delusione e momenti di spensieratezza e divertimento, anche per noi genitori è stato un momento di crescita e aggregazione , abbiamo condiviso delusioni ma soprattutto momenti piacevoli, chi più o chi meno si è portato a casa 1/2 kg in più !!!!

Un grazie a tutte le famiglie che si sono rese disponibili ad accompagnare e sostenere la PGS SENAGO, ad Enrico e Andrea che oltre a fare da Coach hanno seguito per tutti i tre giorni le nostre figlie, a Vittorio sempre disponibile, alla società che ci ha dato questa opportunità e per finire un ringraziamento a Mercedes e Roberto che hanno immortalato i momenti più belli di questo  week-end.

Marco Previdi

X