Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

28 ottobre 2018, campionato Fipav Under 14, girone H. Leone Novate Volley ASD – PGS Senago 3-1 (25-16/26-24/19-25/25-13).

Terzo incontro delle nostre; si gioca a Novate, in un pomeriggio davvero autunnale, dove la pioggia ed il grigio sono i grandi protagonisti. Prepartita piacevole, con la più classica delle passeggiate alla ricerca di un bar. Il caffè e similari vengono gentilmente offerti dal nostro barman casalingo Valerio, novello sposo con la sua dolce metà Chiara. Sì torna in palestra e, prima dell’inizio del match, viene osservato un minuto di silenzio per la prematura e triste scomparsa della campionessa del mondo di volley del 2002, Sara Anzanello.

Si parte in orario e subito alcuni servizi della compagine di casa ci mettono in difficoltà; sarà questa una costante del match. C’è confusione, si arriva al 14-6 per le avversarie e Coach Enrico ha già chiamato i suoi due time out a disposizione. Qua e là mostriamo qualcosa di valido, ma non veniamo fuori dal guscio e tra errori nostri, molti in battuta e le battute avversarie si va’ via sino al 25-16 finale.

Il secondo parziale si apre diversamente, c’è quadratura nel gioco, vengono fuori le qualità del PGS Senago. Ordine, motivazione, battute, buone conclusioni sotto rete; è un set emozionante. Le avversarie continuano a darci fastidio con battute solide, ma nel resto del gioco emergono le nostre. Il set si conclude, al cardiopalma, 26-24 per il Novate, ma c’è molto da recriminare.

Cambio campo; il terzo parziale continua a regalare buone fasi di gioco da ambo le parti. Si passa dal 9-9 al 17-16 per noi, tra buoni scambi, gran tifo, coach molto impegnati. Le nostre non calano l’attenzione, dimostrano davvero di esserci, palesando una certa costanza e si va’ a chiudere meritatamente per 25-19. In pratica, però, la partita delle ragazze senaghesi finisce qui; il quarto set è davvero incolore, non siamo mai in partita, si ha l’impressione che le nostre abbiano dato tutto a livello emotivo, nei set precedenti. Le padrone di casa vanno dritte per la loro strada; si attende solo la conclusione che arriva a breve sul punteggio di 25-13.

È questa, una sconfitta che può insegnare molto; le ragazze hanno dimostrato in più occasioni di esserci, di mostrare giocate positive e buona tenuta mentale. Sì torna al lavoro settimanale con la consapevolezza che…Si può fare e dare di più…

Alla prossima.

Luigi Pisano

X