Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

Corbetta, domenica 25 Giugno

PGS Senago Over – Stella Azzurra Cinisello 1-2
Partiamo dalla fine, ovvero con la triste realtà: abbiamo perso. Ma la sconfitta non è un problema di per sè, lo diventa quando le possibilità di vincere c’erano, concrete ed evidenti. Il percorso verso questo quarto posto è sintetizzabile in pochi passaggi: un meritato primo piazzamento del girone, un emozionante scontro alla pari con il Rodano, un passaggio in semifinale senza troppi sforzi con un Vittorini sottotono, una bruciante sconfitta con il Corbetta in semifinale. Con quest’ultima abbiamo subito lo scotto di un infortunio in riscaldamento di Samanta, che stava vivendo una serie positiva da tutto il girone di ritorno e che ha chiuso lì la sua stagione, e di una centrale  avversaria da Serie D, dalla forza esplosiva ed incontenibile. Abbiamo vinto con loro solo il primo set dei sette giocati tra andata e ritorno, grazie ad una partenza bruciante in battuta che le ha lasciate interdette sotto di 10 punti, poi la superiorità di un gioco veloce e potente non ci ha lasciato scampo.
Persa la possibilità di giocarsi la finale, eravamo consapevoli che il terzo posto quest’anno era fattibilissimo: siamo cresciute molto in tutti i fondamentali negli ultimi due mesi e la Stella Azzurra, che conosciamo bene, era del tutto alla nostra portata. Ma la finale sembra la fotocopia della semifinale: primo set nostro grazie ad una serie positiva in battuta, oltre agli infiniti errori delle avversarie, ma nel secondo dilagano loro. Si gioca al meglio dei 3 set ed al Tie-break in un attimo siamo sotto 12-7. Il caldo si fa soffocante e le forze mancano, ma in un attimo recuperiamo e siamo sotto di due punti. Complice una svista arbitrale in un momento critico, perdiamo la concentrazione e, con essa, il terzo posto.
Siamo quarte. È il quarto, forse quinto anno che disputiamo la finalina in dieci anni: sempre quarte. Questa volta però brucia di più, perché il podio lo abbiamo sfiorato, perché la distanza dalle terze non era abissale come gli altri anni, perché davvero ce lo saremmo meritate. Ma nello sport non ci sono sfumature: o si vince o si perde. Fuori dal campo però, le sfumature ci sono eccome, ed allora il risultato conta fino ad un certo punto. Essere di nuovo tra le prime quattro è la dimostrazione che siamo sempre lì; senza un allenamento, senza un campo, senza una tattica, solo con tanta passione e un po’ di esperienza. La differenza, come sempre, l’hanno fatta le persone, che sono l’unico capitale a cui ci affidiamo da sempre, unica risorsa cui attingere. E se ognuno è meritevole del proprio contributo, qualcuno merita una menzione d’onore nel bilancio di fine anno:
le ragazze “non Over”: figlie, sorelle, amiche, compagne di squadra, che ci danno una mano ogni volta che ne abbiamo bisogno, quando le articolazioni non reggono e le stampelle sono in panchina con noi. Un grazie a Micol, Greta, Giulia, Laura e Arianna. Nostre Salvatrici.
Paola: che è arrivata in corsa e non ha mai smesso di correre, tuffarsi, sacrificarsi; la differenza tra il con e il senza lei in campo potrebbe essere usata nelle scuole per spiegare quanto è importante il contributo del libero in campo. Jolly pescato a metà partita.
Barbara: spalla dolorante, ma tenacia inesauribile. Il suo gioco non ha lasciato scampo a nessuna delle squadre avversarie, punto di riferimento in attacco, non si è mai fatta trovare impreparata di fronte alla responsabilità di una palla che scottava. Colonna portante.
Come ogni anno chiudiamo la stagione con tanto entusiasmo, con il sorriso sulle labbra, con una sensazione di “famiglia”, ma con un grande interrogativo: ci saranno ancora le Over a Settembre? La voglia di esserci è inesauribile, ma qualche nuova leva occorre per rimpolpare le fila di questo gruppo affiatato. E allora Venghino signori, Venghino; non abbiate paura ad affacciarvi alla porta di questa chiassosa famiglia: ci sarà forse qualche lontana vecchia zia, ma con una palla in mano il divertimento è garantito!

Questo slideshow richiede JavaScript.

X