Access-Control-Allow-Origin: www.risultativolley.it

Sabato 4 gennaio 2019.
U14: Torneo di Lissone.
Volley Carate – PGS Senago (3-2)
(25/19-23/25-27/25-22/25-15/10).

Buongiorno e buon 2019 a tutti.
Dopo la pausa natalizia ed il cambio di anno, la nostra Under 14 torna sul rettangolo di gioco.
L’occasione è il torneo di Lissone, cittadina brianzola, “capitale del mobile”, sede della Biblioteca del Mobile e dell’ Arredamento, unico in Italia e del Museo d’Arte Contemporanea.

È una fredda serata quella che fa da contorno al match delle nostre; la Befana sta sistemando le ultime cose prima di sorvolare i nostri cieli.
Il palcoscenico è una bella e luminosa palestra, affollata di tifosi, visto che il torneo ospita più categorie. I supporters sono ben presenti, anche se, forse, leggermente appesantiti dalle “faticose” vacanze natalizie. In panchina Coach Enrico e dirigente Rita.
È una formazione rimaneggiata quella che disputa questo incontro; ci sono infatti assenze e coach Enrico deve attingere dall’Under 13 in maniera sostenuta. Sì gioca con una sola alzatrice di ruolo.

Si parte con un confortante 7-1, frutto di buone battute e presenza in campo; di lì a poco, ci si trova sul 8-8, con errori in ricezione. Si perde il filo del gioco, c’è insicurezza e si va’ sul 8-12, 19-22, per poi lasciare il set alle avversarie sul 19-25.
Il secondo parziale ci vede subito avanti per 8-4, ci sono errori da entrambe le parti, non si gioca bene; si gioca a chi sbaglia meno, i coach sono impegnati a dare consigli alle 12 giocatrici in campo. Mettiamo il naso avanti sul 17-13 e chiudiamo con un finale sofferto per 25-23.
Terzo set; si gioca con un certo ordine, andiamo sul 6-2, 12-7, 18-13; le avversarie non mollano, giocano con sicurezza e si arriva sul 24-24… la tensione non aiuta le ragazze ed il tabellone dice 27-25 per la compagine di Carate.
Quarto set all’insegna di un certo equilibrio; si gioca meglio in questo frangente, siamo 15-13. Qualche svista arbitrale ed alcuni errori evitabili, tengono la tifoseria con il fiato sospeso, ma le nostre sono concrete nel finale e si chiude per 25-22.
Sugli spalti ci sono commenti, panini, focacce e bibite…
È l’ora del quinto ed ultimo parziale; si parte con buon 5-2, ma il vantaggio dura poco. Regna l’incertezza; le avversarie sono più convinte, si va’ sul 6-8, 7-12 e le facce sono l’emblema di una certa confusione ed incertezza; si finisce sconfitte per 10-15.

Prima partita dell’anno tra luci ed ombre; coach Enrico si dichiara soddisfatto della prestazione. Tenendo conto di assenze e della pausa, si può condividere questo giudizio. Domenica finale terzo – quarto posto, si vedrà…

Sperando di far cosa gradita, si inaugura una piccola rubrica……
“Volley curiosando”:
– inizialmente alla pallavolo fu dato il nome di “Mintonette”; questo lo si doveva al suo inventore, il professore di educazione fisica, lo statunitense William Morgan. La prima esibizione si tenne il 9 febbraio 1895. Alla partita parteciparono alcuni insegnanti; i capitani erano il sindaco del paese ed il capo dei pompieri.

Luigi Pisano

X